Pontedecimo

pontedecimoSituato sulla confluenza dei fiumi Verde e Riccò, proprio dove nasce il Polcevera, là dove il "Pons ad decimum milium" di romana memoria attraversava il Riccò per permettere alla Via Postumia di raggiungere Cesino, Campomorone e poi la salita verso l'Appennino.
Intorno al Borgo Antico, con la casa natale della Beata Chiara (Isabella Ghersi), si sviluppò così il paese come lo vediamo ancora oggi, sovrastato a monte dall'antico abitato di Cesino e a mare dalla frazione di San Quirico, ricca di una splendida Chiesa dotata di una quadreria tra le più ricche e significative di tutto il Genovesato.

Nel 1868 gli abitanti erano 385 oggi siamo circa 16.600.