Focaccia

Polceveraschi ...avrebbero il primato storico nella preparazione dei piatti a base di pasta, e questa sarebbe stata conosciuta dal popolo genovese ancora prima del trecento, considerando ciò che scrisse negli anni '80, il giornalista Luciano Imbriani nel libro Cucina e vini del Grande Nord.

Ingredienti:
250g di farina
25g di lievito di birra (o una bustina di lievito liofilizzato)
2 cucchiaini di sale scarsi
1 cucchiaino di zucchero
olio di oliva
acqua

Preparazione:
Mettete in una terrina capiente la farina, il sale, quattro/cinque cucchiai di olio di oliva, il lievito sciolto in poca acqua tiepida (o la bustina di lievito liofilizzato) e il cucchiaino di zucchero. Aggiungete tanta acqua in modo da ottenere un impasto molto morbido (se rimane troppo umido aggiungete ancora un po' di farina). Lavorate energicamente il tutto (a questo punto si può aggiungere la salvia) finché l'impasto non comincia a staccarsi dalle pareti del contenitore. Ungete una teglia con 2-3 cucchiai di olio di oliva, adagiatevi sopra l'impasto e, bagnandovi un poco le dita con l'olio, iniziate ad allargare la pasta (mettete entrambe le mani al centro e, con movimento rotatorio, allargate la pasta dal centro verso l'esterno). Coprite con un canovaccio e lasciate riposare per un'ora e mezza in un luogo buio e asciutto.
Per la cottura: scaldate bene il forno (a 170 gradi), praticate con l'indice dei buchi sulla focaccia, inserite in ogni buco un pizzico di sale, ungete la parte superiore della focaccia con un filo di olio di oliva (3 cucchiai). Infornate per circa 30-40 minuti (a fine cottura, la focaccia deve essere dorata in superficie). Lasciate raffreddare prima di servire.